Hanno danneggiato per noia oltre 50 auto in una notte. L'atto vandalico si è consumato nella Valle d’Intelvi, in provincia di Como, tra il 4 e il 5 settembre scorsi. I carabinieri della Compagnia di Menaggio hanno assicurato alla giustizia 5 ragazzi, tre dei quali minorenni e tutti incensurati, ritenuti responsabili del gesto. I giovani sono stati deferiti in stato di libertà per il reato di danneggiamento aggravato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Como e presso il Tribunale per i Minori di Milano. L'indagine è stata lunga e complessa, sia per l’estensione temporale che per attività compiute, fondata prevalentemente su tecniche di polizia ‘tradizionali'. E' stata svolta dalle Stazioni Carabinieri di Centro Valle Intelvi, Alta Valle Intelvi e dall’Aliquota Operativa del NOR della Compagnia di Menaggio ed è stata coordinata dalle Procure presso il Tribunale di Como, Alessandra Bellù, e presso il Tribunale per i Minori di Milano, Ethel Matilde Ancona.

Le indagini

Nel corso delle indagini, i militari hanno passato al vaglio numerosi filmati, sequestrati da diverse decine di telecamere di videosorveglianza, per ricostruire la dinamica dell'accaduto attraverso le immagini registrate durante la notte. I video mostrano come i ragazzi si siano serviti di un'automobile presa di nascosto ai genitori di uno di loro e come abbiano compiuto l'atto vandalico. La notte tra il 4 settembre e il giorno successivo, hanno danneggiato, scagliando sassi anche dalla macchina in corsa per non perdere tempo, tre macchine. La notte dopo, percorrendo le strade tortuose della Valle d’Intelvi ed lo stesso metodo, hanno messo a segno un vero e proprio raid vandalico danneggiando decine e decine di autovetture.