Una vera e propria notte da paura per un giovane di diciassette anni, aggredito in corso Sempione, nel cuore di Milano, da una banda formata da almeno dieci persone, ritenute sue coetanee e di nazionalità nordafricana, che senza alcun motivo apparente lo avrebbero prima accerchiato e poi aggredito, prima di darsi alla fuga.

La ricostruzione alle forze dell'ordine è stata fornita dalla stessa vittima, che ha detto di essere stato improvvisamente accerchiato ed aggredito da un gruppo di giovani presumibilmente della sua stessa età e descritti come nordafricani. Il tutto senza un apparente motivo: uno di loro lo avrebbe anche colpito al volto. Il diciassettenne ha poi spiegato di non essere stato rapinato, con il gruppo che dopo il pestaggio sarebbe semplicemente scappato via.

La sua versione, al momento, è supportata da quella di un suo amico presente al momento dell'aggressione. Anche lui ha confermato l'aggressione apparentemente senza motivo subita dal diciassettenne. La vittima è stata soccorsa poi all'ospedale Fatebenefratelli per i pugni e le botte subite: le sue condizioni non sono giudicate gravi. La polizia intervenuta sul posto sta ora vagliando le varie ipotesi: non è escluso infatti che possa essere trattato infatti di una lite per futili motivi tra la vittima ed il gruppo di dieci ragazzi che lo ha poi colpito.