Milano continua e essere sinonimo di eccellenza quando si parla di istruzione. Tre atenei cittadini figurano nella top 300 del "Times higher education world university rankings"una speciale classifica stilata dal periodico inglese specializzato nella valutazione dell'educazione universitaria. Un discreto risultato per il mondo universitario italiano, che conferma di conservare ancora una buona reputazione a livello internazionale. Per trovare il nome della prima università italiana in graduatoria bisogna scorrere fino alla 149esima posizione: si tratta della scuola superiore Sant'Anna di Pisa, che rispetto allo scorso anno ha guadagnato quattro posizioni nella classifica generale.

I primi tre atenei lombardi in classifica sono tutti a Milano

Per quanto riguarda gli atenei lombardi il primo in lista in ordine di apparizione è il San Raffaele di Milano, che figura tra i primi 300 al mondo, precedendo l'Università Statale e il Politecnico, entrambi sempre con sede nel capoluogo lombardo. La prima è un'università privata nata nel 1996, un ateneo giovane che figura infatti anche in un altro ranking del "Times higher education", quello relativo agli istituti con meno anni di vita alle spalle, dove il San Raffaele si è piazzato al 23esimo posto. Per quanto riguarda la Statale invece, l'indice di apprezzamento è molto alto soprattutto per la Facoltà di legge, mentre il Politecnico è tra le migliori 50 università europee, con un reddito industriale pari al 72 per cento.

Times higher education world university rankings: otto università lombarde tra le prime 600

Nella speciale classifica del Times higher education figurano anche altri atenei presenti sul territorio della Lombardia. Ne troviamo in tutto otto nelle prime 600 posizioni. Circa duecento posizioni più indietro delle già citate San Raffaele, Statale e Politecnico si piazzano l'Università di Pavia e quella di Milano Bicocca, che si confermano tra le prime 500 al mondo pareggiando i dati dello scorso anno. Seguono, a ridosso della 500esima posizione l‘università Cattolica, sempre di Milano, e quella di Brescia. Infine troviamo l'università Insubria di Varese, che rientra comunque tra i 600 atenei più prestigiosi al mondo.