Un capotreno è stato aggredito e picchiato ieri pomeriggio a bordo di un treno regionale. Stando a quanto si apprende, il ferroviere è stato colpito alle spalle con un ombrello da un ragazzo straniero. L'episodio è accaduto a bordo del treno 20415 partito da Milano e diretto a Piacenza. Durante l'aggressione l'ombrello si è spezzato a metà. Il giovane responsabile è scappato a piedi.

Sulla vicenda, accaduta sotto gli occhi di molti passeggeri del treno, indagando gli agenti della polizia ferroviaria insieme ai carabinieri di Casalpusterlegno, Lodi, il comune dove si è verificata l'aggressione. Il responsabile non è stato ancora rintracciato, mentre il capotreno è stato soccorso e visitato dai medici del 118. Per lui nessuna ferita grave.

Il precedente: l'aggressione al capotreno sulla Brescia-Cremona

il 23 settembre scorso il capotreno Giordano Stagnati, 25 anni, è stato aggredito da un cittadino senegalese, Moussa Diatta 23 anni, che si rifiutava di pagare il biglietto. Stagnati reagì mordendo l'altro ragazzo e gli urlò ‘negro di m…'. Per questo Trenord decise di licenziare il capotreno: "Comportamento non consono alle mansioni proprie della sua figura professionale e dell'azienda che lei comunque rappresenta mentre indossa l'uniforme aziendale ed esercita funzioni di incaricato di pubblico servizio per conto di Trenord".