Luca Carissimi
in foto: Luca Carissimi

È morto in seguito alle gravi ferite riportate uno dei due ragazzi di soli 21 e 18 anni trasportati in codice rosso all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dopo un incidente. Luca Carissimi, questo il nome della vittima, era in sella a una moto di ritorno a casa dopo una serata in discoteca quando nei pressi di Azzano San Paolo in provincia di Bergamo sono è stato tamponato da un'auto che lo ha fatto finire fuori strada: con lui viaggiava il 18enne Matteo Ferrari, che si trova ora ricoverato in condizioni gravissime nel medesimo ospedale. Sulla dinamica indagano ora gli agenti della polizia stradale di Bergamo accorsi sul luogo dell'incidente poco dopo l'impatto: secondo quanto ricostruito finora sembra che i due amici abbiano trascorso la serata nella discoteca "Setai" di Orio al Serio che hanno lasciato intorno alle 4 del mattino per dirigersi verso casa.

Ragazzi tamponati dopo litigio in discoteca: si costituisce 33enne alla guida, arrestato

Poco dopo però hanno incontrato una Mini Cooper alla cui guida c'era il 33enne M.S. che in maniera volontaria avrebbe speronato l'auto dei due ragazzi facendoli capitolare sull'asfalto: l'impatto sarebbe stato violentissimo tale da provocare le ferite mortali ai due che sono deceduti poco dopo l'arrivo in ospedale. A raccontare il tutto sarebbe stato proprio il 33enne che subito dopo l'incidente si è dato alla fuga per poi presentarsi questa mattina alla polizia per confessare quanto accaduto: alla base del gesto ci sarebbe una lite avvenuta tra i tre all'interno del locale, discussione scaturita da futili motivi. Ora l'uomo alla guida della vettura è stato arrestato per omicidio stradale e omissione di soccorso: sottoposto all'alcoltest è risultato positivo. Secondo quanto si apprende subito dopo l'arresto sarebbe stato colpito da un malore e per questo è stato trasportato all'ospedale Papa Giovanni XXIII.