Dal 25 febbraio 2019 a Milano inizia l'era di Area B, una nuova Zona a traffico limitato che comprende la quasi totalità del territorio comunale. Obiettivo del provvedimento è contrastare l'inquinamento, uno dei problemi che affligge Milano (e non solo) da decenni. Per farlo il Comune ha deciso di vietare l'accesso e la circolazione all'interno di Area B ai veicoli più inquinanti. I divieti saranno in vigore dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30. I giorni festivi sono esclusi. Oltre alle auto (qui l'elenco dei veicoli che possono continuare a circolare e quello delle auto a cui è vietata la circolazione), il provvedimento interessa anche moto e scooter, due mezzi di trasporto che in una città caotica come Milano sono molto diffusi. Ecco dunque una breve guida per capire cosa accadrà ai possessori delle due ruote.

I ciclomotori e le moto che non potranno circolare

A partire da lunedì 25 febbraio 2019 non potranno circolare all'interno di Area B i motoveicoli a due tempi di classe Euro 0 ed Euro 1 e i ciclomotori a due tempi di classe Euro 0 ed Euro 1. Dall'1 ottobre 2019 il divieto sarà esteso anche ai motoveicoli a gasolio di classe Euro 0 ed Euro 1 e ai ciclomotori alimentati a gasolio di classe Euro 0 ed Euro 1: i divieti sono riportati sulla pagina del Comune di Milano relativa ad Area B, anche se va detto che in Italia moto e scooter alimentati a gasolio sono pressoché inesistenti. Probabile però che il Comune abbia inserito le specifiche per le cosiddette "microcar", che sono equiparate ai ciclomotori. Lo step successivo per quanto riguarda i divieti scatterà a ottobre 2024: dall'1 ottobre 2024 l'ingresso all'interno di Area B sarà vietato ai motoveicoli e ai ciclomotori a due tempi di classe Euro 2, a moto e ciclomotori alimentati a gasolio di classe Euro 2 e ai motoveicoli e ciclomotori a benzina 4 tempi di classe Euro 0 ed Euro 1. Da ottobre 2025 i divieti saranno estesi a moto e scooter a due tempi di classe Euro 3, moto e scooter a gasolio di classe Euro 3, moto e scooter a benzina con motore 4 tempi di classe Euro 2. Da ottobre 2028 il divieto di circolazione in Area B si estende anche a moto e scooter a benzina con motori 4 tempi di classe Euro 3, mentre dall'1 ottobre 2030 i divieti saranno estesi anche a moto e scooter a due tempi di classe Euro 4 e motoveicoli e ciclomotori alimentati a gasolio di classe Euro 4 ed Euro 5.

I ciclomotori e le moto che potranno continuare a circolare

Non saranno mai soggetti ai divieti legati ad Area B i ciclomotori e motoveicoli a due tempi di classe Euro 5 e quelli a benzina 4 tempi di classe Euro 4 ed Euro 5 e quelli elettrici: chi volesse dunque fare un acquisto destinato a durare nel tempo e volesse utilizzare il proprio scooter o la propria moto a Milano dovrebbe orientarsi necessariamente verso questa categoria di mezzi. Saranno esentati dai divieti anche i ciclomotori e motoveicoli alimentati a Gpl, metano, bifuel e ibridi: ma anche in questo caso, molte di queste tipologie di moto e scooter però non esistono o sono rarissime.