in foto: Lapidi divelte in un cimitero (Archivio)

Era andata a pregare sulla tomba del figlio morto 4 anni fa, ad appena 16 anni, per un incidente stradale. Ma per una donna residente a Cavenago Brianza, in provincia di Monza, lo choc era in agguato. Quando è andata al cimitero e ha posato i fiori freschi, domenica mattina, la madre del ragazzo defunto si è infatti accorta che qualcuno aveva profanato la tomba di suo figlio.

Distrutte e divelte entrambe le lastre della tomba.

I profanatori sarebbero entrati in azione nella notte tra sabato e domenica. Entrambe le lastre che proteggono dall'esterno la salma del ragazzo sono state distrutte e poi divelte: la prima, più esterna, in marmo, la seconda in cemento. Molto probabilmente anche la bara è stata aperta: forse chi ha agito pensava di trovarvi all'interno oggetti preziosi. La mamma del ragazzo ha subito avvertito il personale del cimitero e i carabinieri. Sul caso adesso indaga la procura di Monza, che dovrà disporre accertamenti per verificare che la salma del 16enne non sia stata violata e che eventuali oggetti all'interno della tomba non siano stati portati via da chi ha compiuto questo gesto basso, per il quale non esistono giustificazioni.