Per la Polizia Locale del comune di Milano in arrivo 50 ‘bodycam', ovvero microcamere che saranno montate sulle divise degli agenti, oltre a 30 smartphone di ultima generazione collegati direttamente via radio alla centrale operativa, e infine un sofisticato drone. Nuovi acquisti e competenze in tecnologia, resi possibili da un investimento di 215.000 euro, sostenuto da Palazzo Marino con 135mila euro e dalla Regione Lombardia con 80mila.

Le bodycam trasmetteranno le immagini registrate durante i turni di servizio in strada più a rischio direttamente alla centrale operativa e saranno inserite nel sistema di videosorveglianza ‘Sistema Milano', condiviso tra tutte le forze dell'ordine. Le microcamere hanno valore sia dissuasivo nel commettere determinati reati, sia di sicurezza per l'operato degli agenti e dei cittadini: in caso di emergenze le immagini di quanto accade saranno trasmesse in diretta alla centrale operativa.

"La Polizia locale – ha spiegato l'assessora alla Sicurezza Carmela Rozza – si trova a fare fronte ogni giorno a nuove richieste e a svolgere ruoli sempre più ampi, dovuti anche alle domanda di sicurezza che arriva dai cittadini. Le nuove tecnologie possono offrire un valido supporto, garantendo maggiore sicurezza sia a loro che ai cittadini".