Rubava nell'appartamento dei suoi datori di lavoro. Per questo i carabinieri della stazione di Garbagnate Milanese hanno denunciato in stato di libertà una 57enne italiana, incensurata, che dovrà rispondere dell'accusa di furto in abitazione. Dalla fine del 2015 e per un anno intero la donna ha lavorato come collaboratrice domestica presso una famiglia di Arese, provincia di Milano. Nel tempo i proprietari di casa si sono accorti di furti di piccole somme di denaro, per un totale di circa 500 euro, di qualche monile d'oro, un prestigioso orologio da uomo e un prezioso bracciale dal valore di oltre 20mila euro.

Ricevuta la denuncia della famiglia, i militari hanno hanno cominciato a monitorare la colf e hanno notato una foto, pubblicata sui social network, della figlia che indossava lo stesso bracciale di cui i datori di lavoro della madre avevano denunciato il furto. Interrogata, la donna, 35 anni, ha ammesso che si trattava di un regalo della madre. Per ora il denaro e gli altri gioielli non sono stati ancora recuperati.