Nessun caso sospetto. Situazione tranquilla in Lombardia in merito alle uova contaminate dal Fipronil, insetticida tossico per l'uomo. Ad annunciarlo è stato l'assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera: "In merito al caso delle uova contaminate dall'insetticida Fipronil, Regione Lombardia non ha ricevuto alcuna segnalazione di anomalie sul territorio regionale, da parte degli Uffici veterinari per gli adempimenti degli obblighi comunitari (Uvac) del Ministero della Salute". Nonostante la Commissione Europea avesse indicato l'Italia tra gli Stati coinvolti nella distribuzione delle uova contaminate, ieri il ministero della Salute aveva chiarito che per il nostro Paese non c'è alcun pericolo.

Avviate le analisi a campione sulle uova (a scopo puramente cautelativo)

"In via cautelativa – annuncia l'assessore lombardo Gallera – il Ministero, d'intesa con la Regione e con i Carabinieri del Nas ha comunque deciso di attivare da lunedì un piano di campionamenti su uova, ovoprodotti e carni di pollame per la ricerca della sostanza. Già una decina di giorni fa, grazie a una verifica con i nostri veterinari, era stato accertato che in nessun allevamento regionale fosse stato utilizzato l'insetticida. La nuova azione che partirà lunedì anche in ambito dell'utilizzo delle uova e dei suoi derivati è dunque unicamente a scopo cautelativo".

Il Fipronil, ricordiamo, è un insetticida ad ampio spettro che colpisce il sistema nervoso degli insetti inibendo il recettore GABA e uccidendoli.