Tragedia in alta montagna. Nei pressi del laghetto del Coca, all'interno del comune di Valbondione, provincia di Bergamo, un uomo di 70 anni è morto cadendo in un canalone. Il corpo di Giovan Maria Bigoni, escursionista esperto della zona, è stato ritrovato dagli uomini del soccorso alpino nella mattinata di oggi. I famigliari dell'uomo avevano lanciato l'allarme ieri sera, dato che Bigoni, residente a Villa D'Ogna, Bergamo, non aveva fatto rientro a casa. Dieci uomini del soccorso alpino hanno lavorato per tutta la notte con l'aiuto anche di un elicottero, fino alla scoperta di questa mattina.

Il corpo dell'escursionista 70enne trovato in un canalone a 2.500 metri d'altezza.

Stando a quanto ricostruito Bigoni era uscito di casa all'alba per percorrere il sentiero numero 302 del parco delle Orobie Bergamasche, che porta dal lago di Coca al lago D'Avert. Intorno alle 23 di ieri la famiglia ha lanciato l'allarme e i tecnici del soccorso alpino hanno cominciato le ricerche. Il corpo del 70enne è stato ritrovato stamattina, intorno alle 7 e 30, in un canalone a circa 2.500 metri d'altezza e a circa 100 metri dal sentiero. Sarebbe scivolato, per motivi ancora da chiarire, su un tratto difficile del sentiero. Non è esclusa, per l'ora, l'ipotesi di un malore improvviso. La salma dell'uomo è stata caricata sull'elicottero intorno alle 12 e 30 di questa mattina e portata a valle fino alla stazione del Soccorso alpino di Valbondione. Gli esami medici sulla salma aiuteranno ad accertare le cause del decesso.