Aveva appena staccato dal lavoro, concedendosi le tanto agognate ferie, quando ha trovato la morte per una tragica fatalità. Un uomo di 46 anni, al primo giorno di vacanza, lo scorso venerdì si è recato presso il fiume Adda a Fara Gera, in provincia di Bergamo, per concedersi qualche ora di relax. L'uomo ha deciso così di fare un tuffo nel fiume per trovare refrigerio dalle temperature infernali però, per cause ancora in corso di accertamento, non è più riemerso dall'acqua. La famiglia dell'uomo, preoccupata per la sua assenza, nella serata di venerdì ne ha denunciato la scomparsa alle forze dell'ordine. Sabato mattina, così, sono partite le ricerche che hanno condotto al triste epilogo: i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno ritrovato il corpo del 46enne in fondo al fiume, quasi al confine con il Comune di Cassano d'Adda, nella provincia di Milano. L'uomo, probabilmente, è stato sopraffatto dalla corrente, che lo ha trascinato sott'acqua.