in foto: (Immagine di repertorio)

Si stava arrampicando su un palazzo di Lipomo, vicino Como, per cercare di svaligiare un appartamento posto ai piani alti. Ma un uomo di 35 anni, originario del Napoletano, sarebbe precipitato nel vuoto per diversi metri. Questa, secondo le prime ricostruzioni riportate dal "Corriere della sera", la dinamica della tragedia costata la vita all'uomo, trovato cadavere questa mattina sul tetto di un garage del condominio.

Quando questa mattina il corpo dell'uomo è stato trovato, per il 35enne non c'era ormai più niente da fare. Ora spetterà all'autopsia chiarire se l'uomo sia morto sul colpo a causa della caduta da diversi metri d'altezza. A suffragare l'ipotesi che la vittima stesse cercando di svaligiare un appartamento ci sono i precedenti penali dell'uomo, che era già noto alla giustizia proprio per reati contro il patrimonio . Spetterà ai carabinieri di Como, intervenuti sul luogo della tragedia, cercare di capire se quando è morto il 35enne fosse da solo o in compagnia di alcuni complici, poi fuggiti.