Per i giudici la delibera della Regione Lombardia che vieta di indossare il burqa negli ospedali è legittima. Il tar ha infatti respinto il ricorso presentato da Asgi, Associazioni Studi Giuridici Immigrazione, e altre associazioni contro la decisione di impedire l'ingresso a volto coperto in tutti gli edifici della Asl. Lo fa sapere l'assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali che, a gennaio di un anno fa, aveva proposto il nuovo regolamento.

"Oggi è una bella giornata per la Regione. Si tratta di una vittoria importantissima a tutela della sicurezza di tutti", ha commentato Bordonali. "I cartelli affissi in ospedali e in altre strutture – ha spiegato l'assessore – sono del tutto legittimi e non discriminatori in quanto la tutela della pubblica sicurezza in luoghi determinati di particolare affluenza costituisce ragionevole motivo per imporre alcune limitazioni al fine della identificazione e del riconoscimento di coloro che vogliono accedere a luoghi pubblici. La sentenza è estremamente chiara per le motivazione e per i riferimenti giurisprudenziali che la accompagnano. Credo possa costituire un precedente giurisprudenziale importante per tutte le questioni che spesso insorgono sul tema del velo integrale".