La sua moto si è scontrata con un'auto e l'impatto è stato talmente forte da non lasciargli scampo. È morto così a soli 17 anni Mirko Cendali la scorsa notte sulla ex strada statale 596 dei Cairoli tra Garlasco e Tromello, in provincia di Pavia. Stando a una prima ricostruzione dei fatti, pare che il ragazzo, che viaggiava in direzione Garlasco a bordo del suo mezzo di piccola cilindrata, si sia schiantato contro una Fiat Punto, guidata da un 21enne, ma uscito miracolosamente illeso dall'urto. Per Mirko, invece, non c'è stato nulla dare: è deceduto sul colpo.

Quando sono giunti sul luogo dell'incidente i soccorsi, quella che vigili del fuoco e forze dell'ordine si sono ritrovati davanti è stata una scena drammatica, con il muso dell'auto completamente distrutto, la moto ridotta in tre pezzi e sparsi a distanza di diversi metri uno dall'altro. Tra l'auto ed alcune parti della due ruote c'erano decine di metri di distanza, questo ad indicare un colpo di una violenza inaudita. Hanno dovuto aspettare un po' prima di ritrovare nel buio il corpo del giovane centauro, poi scoperto in un fossetto privo d'acqua al lato della strada in cui era stato sbalzato dopo l'impatto.

Il 21enne alla guida dell'auto coinvolta nell'incidente è stato invece trasferito in ospedale in stato di choc, ma le sue ferite non desterebbero preoccupazione. Mentre continuano le indagini di rito, non è da escludere che sulla salma del giovanissimo di Tromello venga disposta l’autopsia da parte della procura di Pavia per fare chiarezza sull'accaduto.