Trentanove persone, tutte dipendenti della ditta di trasporti Bartolini con sede a Landriano, vicino Pavia, sono state ricoverate ieri sera in diversi ospedali della zona con i sintomi di un'intossicazione. L'allarme, come segnalato dall'Azienda regionale emergenza urgenza, è scattato poco prima di mezzanotte, in via Intini. Diversi lavoratori della società di trasporti hanno lamentato contemporaneamente bruciore agli occhi e alle vie respiratorie. Sul posto sono arrivate nove ambulanze e un'automedica, oltre ai vigili del fuoco e al personale dell'Agenzia regionale per la protezione ambientale.

I 39 lavoratori sono stati trasportati per accertamenti negli ospedali di Pavia, Vigevano, Melegnano, Codogno, Lodi, e San Donato Milanese. Nessuno di loro è in gravi condizioni: per tutti è stato assegnato un codice di priorità verde. Resta da accertare adesso cosa abbia provocato i sintomi accusati dagli operai. L'ipotesi è che si sia verificata una fuga di sostanze tossiche: lo stabilimento della Bartolini sorge infatti in una zona dove si trovano molti impianti chimici industriali.