Milano piange la scomparsa di Leone Di Lernia, popolare conduttore radiofonico e cantante scomparso all'età di 78 anni nella sua casa milanese. Lo showman non ha mai rinnegato le proprie origini pugliesi (era nato il 18 aprile del 1938 a Trani, cittadina che si trova vicino a Bari), sulle quali ha in qualche modo "costruito" la sua carriera. Ma il legame con la città di Milano è stato sempre molto profondo: è nel capoluogo lombardo, dove si è trasferito da giovane, che Di Lernia ha trovato il successo.

Nel 1997 Leone Di Lernia si candidò alle Comunali.

Tutti ricordano i suoi successi all'insegna dell'ironia e del trash, nonché la sua inconfondibile voce diffusa dalle radio, prima Radio Monte Carlo e poi Radio 105, dove ha collaborato per anni alla trasmissione "Lo Zoo di 105": i conduttori del programma lo hanno ricordato tutti con affetto.

Pochi, invece, ricorderanno che a Milano Leone Di Lernia ha provato anche a intraprendere una carriera politica: alle amministrative del 1997 (che incoronarono sindaco Gabriele Albertini) il cantante si candidò infatti a Palazzo Marino come capolista nelle file della Lega d'azione meridionale, con Giancarlo Cito come candidato sindaco. Non andò bene: la lista raggranellò poco più di cinquemila voti, ottenendo appena lo 0,85 per cento delle preferenze. A Leone Di Lernia è andata comunque bene: due anni più tardi è iniziata infatti la collaborazione con "Lo Zoo" che lo ha reso una delle voci più amate dagli ascoltatori, milanesi e non.