Quattro studentesse minorenni avrebbero subito un abuso sessuale dall'uomo che le stava ospitando, per l'alternanza scuola-lavoro, presso il suo centro estetico. Per lui, un 54enne di Monza, l'accusa è di violenza sessuale su minore. I fatti, stando a quanto ricostruito dagli investigatori, si sarebbero svolti durante il periodo in cui le giovanissime stagiste erano affidate a lui per un progetto nell'ambito dell'alternanza scuola-lavoro.

Una delle ragazze ha raccontato tutto a uno psicologo di un consultorio, che poi ha deciso di sporgere denuncia. Le indagini sono coordinate dalla Procura di Monza. Ieri il gip del tribunale locale ha ordinato l'arresto del presunto responsabile delle violenze sessuali. Per ora la sua identità resta ignota, come ignota, ovviamente, rimane quella delle quattro giovanissime vittime.

L'uomo è titolare di due centri estetici a Monza. Da tempo, stando a quanto si apprende, ospita studentesse (soprattutto, visto il settore di cui si occupa) nell'ambito di progetti sull'alternanza scuola-lavoro. I fatti a lui contestati sarebbero avvenuti tutti all'interno dei due centri estetici, tranne in un caso, quando l'uomo, fino ad ora incensurato, portò a casa sua una delle giovani vittime. Era lui, tra l'altro, che doveva compilare le schede di valutazione delle ragazze, un particolare che certamente aumenta le condizioni di pressione pressione che l'uomo poteva esercitare sulle studentesse.

L'inchiesta di Fanpage.it nei centri estetici milanesi.

Un'inchiesta di Fanpage.it ha dimostrato come, in alcuni centri estetici milanesi, i proprietari hanno cominciato a copiare il modello di business dei centri massaggi cinesi. Una massaggiatrice, specializzata in questo mestiere, ha raccontato alle telecamere cosa era costretta a fare dai suoi datori di lavoro, comprese prestazioni sessuali ai clienti.