Un nuovo blitz delle forze dell’ordine è in corso alla stazione Centrale di Milano. Dal primo pomeriggio la polizia di stato sta effettuando un servizio di prevenzione e controllo, disposto dal questore Marcello Cardona d’intesa con il prefetto di Milano Luciana Lamorgese. Il blitz ha l’obiettivo di contrastare la criminalità diffusa nella zona della stazione. Un centinaio di migranti sono ordinatamente seduti in attesa di essere controllati. Al momento non si registrano momenti di tensione.

Il servizio prevede controlli in piazza Duca d’Aosta, piazza Luigi di Savoia e piazza IV Novembre. Presidiate, inoltre, le vie di accesso e adiacenti alla piazza in modo da circondare l'area. È stato anche chiuso il varco di accesso dalla piazza Duca d’Aosta alla metropolitana, così come avvenuto nei precedenti blitz del 2 maggio e nelle operazioni del 26 luglio e del primo agosto.

Il servizio è diretto dal vicedirigente del commissariato Porta Genova Osvaldo Rocchi, coadiuvato dalla dirigente del commissariato Greco Turro Giorgia Iafrate. Sul posto anche il personale della questura di Milano con equipaggi delle volanti, del commissariato Garibaldi Venezia, con l'impiego di unità cinofile antidroga e da ordine pubblico e di equipaggi del reparto prevenzione crimine e con la presenza di personale della polizia scientifica, della Digos, della squadra mobile e dell'ufficio Immigrazione, equipaggi dei reparti mobili e dell'arma dei carabinieri. Interessati per i servizi di specifica competenza la polizia locale di Milano, il servizio sanitario del 118 e l'Atm.