In piazza Cordusio, nel pieno centro di Milano, è nata la prima edicola sociale, etica e solidale. Si chiama Social press point, non vende “Gratta e Vinci”, biglietti della lotteria e altri prodotti che possano indurre alla dipendenza da gioco d’azzardo. Al contrario, con i profitti realizzati dalla vendita di quotidiani e riviste specializzate e con le donazioni ricevute dai clienti, si impegna a realizzare progetti nel sociale per aiutare chi è meno fortunato. L'iniziativa è stata lanciata da Comunità nuova cooperativa sociale onlus, la nuova impresa sociale collegata alla storica associazione milanese presieduta da Don Gino Rigoldi. L'edicola ha avuto subito una positiva conseguenza pratica: grazie al chiosco Giulio e Carlo, due persone disoccupate, sono infatti rientrate nel circuito lavorativo.

De Cesaris: "Scommettere su un futuro responsabile"

“L’Edicola dei sogni dimostra come sia possibile offrire opportunità di lavoro e di riscatto senza seguire la strada più facile, con un’iniziativa imprenditoriale che vuole contare su se stessa, rinunciando agli introiti del gioco d’azzardo per scommettere su un futuro socialmente responsabile”, ha detto il vicesindaco e assessore all’Urbanistica del Comune di Milano, Ada Lucia De Cesaris. Presso il punto vendita sarà possibile avere informazioni sulle attività di Comunità nuova e su iniziative ed eventi a carattere sociale promossi da altre organizzazioni attive a Milano. Per tutto il periodo di Expo, inoltre, è stato firmato un accordo di esclusiva con Messaggerie internazionali per la distribuzione, in un’apposita vetrina, dei più prestigiosi quotidiani e delle più importanti riviste di stampa estera.