Al via da giovedì 27 aprile fino al mese di maggio la modifica di alcune linee di superficie a Milano; operazione contestuale al potenziamento delle linee di periferia nelle zone di Mecenate, Vigentino e soprattutto Figino. Le modifiche  – informa una nota di Palazzo Marino – riguardano i tram 15, 24, 27, 19, 23 e i bus 73, 99, 72 e 80. Ecco come sono articolati i cambiamenti

 Tram 24 e 15.

Il tram 24 aumenta la frequenza con 26 corse in più al giorno. Le due linee sostanzialmente si scambiano di capolinea, lasciando l’accessibilità a Duomo invariata: il tram 15 arriva in via Dogana e il 24 in piazza Fontana.La modifica tiene anche conto della necessità di migliorare la mobilità in centro, in particolare di piazza Fontana e via Larga dove transitano numerose linee tranviarie e automobilistiche, dove gli eurotram del 15 (necessari per supportare il flusso di passeggeri) lunghi 35 metri, creano problemi di traffico lungo l’asse e gli incroci di via Larga e in piazza Fontana in presenza di due vetture ferme al capolinea. Il 24 ha in servizio vetture di 29 metri, con ingombro minore.

Tram 19, 23 e 27.

Migliora il servizio del tram 19 che da Roserio (Ospedale Sacco) e i quartieri della periferia nord di Milano prolunga il suo percorso fino a Lambrate FS M2, unendosi e assorbendo l’attuale linea tram 23. Il capolinea non sarà più in via Ricasoli (Cairoli) ma il percorso prosegue su via Meravigli, Duomo, piazza Fontana, sostituendo le tratte delle attuali linee 27 e 23 e consentendo ai passeggeri di attraversare tutto il centro senza cambiare tram – come invece accade oggi – e interscambiare così direttamente con M1, M2 e M3 e domani con M4. Per quanto riguarda il tram 27, proveniente da Mecenate, il capolinea si attesta in piazza Fontana-Duomo mantenendo il collegamento centro-periferia. La tratta fra centro e piazza 6 Febbraio viene assorbita dal tram 19, con il quale interscambia in fermata, senza spostamenti.

Bus 73 e 99.

La linea 73 allunga il suo percorso da Linate a piazza Diaz. A causa dei cantieri per la costruzione della M4 non passa da San Babila bensì da via Larga (nuova fermata a poche centinaia di metri tra Duomo e Università statale) e Missori (M3) fino in piazza Diaz (Duomo M1 M3), offrendo ai passeggeri provenienti dall’asse corso XXII Marzo/viale Corsica una valida alternativa per il collegamento con il centro. Gli spostamenti da e per l’aeroporto saranno semplificati con la possibilità di interscambio diretto con M1 e M3.