in foto: Centro di Milano con vista sullo skyline (Wikipedia).

Muoversi a Milano può risultare un'impresa difficile se si è con la propria automobile: il traffico dalle prime luci del mattino fino a sera, le zone a traffico limitato e altri divieti alla circolazione nel centro storico, oltre al parcheggio, quasi sempre introvabile, possono rendere la vita di lavoratori, studenti e comuni cittadini o turisti un vero e proprio inferno. Esistono, però, almeno nove soluzioni che vi permetteranno di attraversare la città della Madonnina da un angolo all'altro senza auto: eccone una breve guida, dalla metropolitana agli storici tram ai nuovissimi car e scooter sharing. Questi modi alternativi all'auto di muoversi a Milano sono anche meno costosi, in quanto potrete risparmiare sia sulla benzina che sul costo dei garage a pagamento.

  1. Metropolitana e autobus
  2. Tram
  3. Filobus
  4. Passante ferroviario
  5. Car Sharing
  6. Bike Sharing
  7. Scooter Sharing
  8. Milano City Sightseeing
  9. Gite in barca sui Navigli

1. Metropolitana e autobus di linea.

In tutte le grandi città il modo migliore per spostarsi senza automobile è utilizzare i mezzi pubblici, sia su rotaia che su strada. A Milano la metropolitana è composta di 4 linee, identificate da un numero e un colore: la linea 1 (Rossa) collega la zona che da Sesto 1 Maggio, nel comune di Sesto San Giovanni, arriva fino a Rho Fiera e a Bisceglie con una diramazione; la linea 2 (Verde) collega la città da nord-est, con doppio capolinea a Cologno Nord (nel comune di Cologno Monzese) e Gessate (nell'omonimo comune) a sud, attestandosi ai due capolinea di Piazza Abbiategrasso (nel comune di Milano) e Assago Milanofiori Forum (nel comune di Assago); la linea 3 (Gialla) ha un capolinea a Comasina e un altro a San Donato; la linea 5 (Lilla) collega la città da nord, con capolinea Bignami (nel comune di Milano), a ovest, presso San Siro Stadio (sempre nel comune di Milano). Il servizio è attivo tutti i giorni dalle 06:00 alle 00:30, ad eccezione della linea 5 che termina a mezzanotte. I treni viaggiano con una frequenza di due/tre minuti. Il costo del biglietto singolo urbano è di 1,50 euro ed è valido per una sola tratta. Il gestore della rete è l'Azienda Trasporti Milanesi (ATM).

Per quanto riguarda gli autobus, la loro frequenza è di uno ogni 15 minuti dalle ore 05:30 alle 00:30. Come anche per i tram e i filobus, nelle giornate del 25 dicembre e dell'1 maggio il servizio è effettuato dalle 7.00 alle 19.30 circa; in tutte le altre festività è garantito con orario normale festivo. Particolarmente interessante è il servizio "Radiobus di Quartiere", fornito sempre dall'ATM, che va a prendere ed accompagna chiunque voglia all'interno del quartiere tutti i giorni dalle 22:00 alle 02:00. Il servizio può essere prenotato chiamando il numero 02.48034803, oppure aspettando la vettura ai capolinea, che potrete scoprire sul sito dedicato.

2. Tram.

Tra i mezzi pubblici più rappresentativi di Milano c'è di sicuro il tram. La rete tranviaria è formata da ben 18 linee urbane, per una lunghezza complessiva di 170 chilometri. Soltanto il 15, che arriva a Rozzano, e il 31, che arriva a Cinisello Balsamo, oltrepassano i confini comunali.  Il servizio è attivo dalle 04:30 fino alle 02:00, con una frequenza nelle ore di punta tra i 3 e i 6 minuti e in quelle successive tra i 10 e i 15. Il ticket valido per una sola corsa costa 1,50 euro: è possibile acquistarlo in biglietteria oppure online sul sito dell'ATM o sull'app dedicata. Ci sono anche una serie di servizi speciali. Primo tra tutti, c'è ATMosfera: si tratta di un percorso effettuato da due tram i cui interni sono arredati come un ristorante, in cui mangiare pietanze tipiche, scegliendo tra diversi menù e facendo un giro per la città. ATM City Tour è invece il servizio tranviario dedicato ai turisti permettendo loro di seguire percorsi prestabiliti che toccano alcuni dei maggiori luoghi di interesse della città, e infine c'è la possibilità di noleggiare vetture storiche per uso privato.

3. Filobus.

Filobus a Milano
in foto: Filobus a Milano (Wikipedia).

A Milano ci sono anche 4 linee di filobus: il 90 (Circolare Destra), che va dalla fermata Lodi della linea 3 della metropolitana a quella di Lotto della MM1; il 91 (Circolare Sinistra), con lo stesso percorso della precedente; il 92, da via Varè alla fermata Lodi della MM3; il 93, dalla fermata Lambrate della MM2 a viale Omero. I primi due effettuano servizio continuativo con una frequenza di 3/6 minuti nelle ore di punta. Durante i giorni festivi si osserva l'orario estivo, che è possibile consultare sul sito dell'ATM. Come in tutta la zona urbana, il biglietto per circolare sulle vetture è di 1,50 euro per corsa.

4. Passante ferroviario.

Mappa del passante ferroviario di Milano
in foto: Mappa del passante ferroviario di Milano (Wikipedia).

Il passante ferroviario è una infrastruttura quasi interamente sotterranea che attraversa il centro di Milano collegandolo con la periferia da nord-est (Certosa e Bovisa) a sud-est (Rogoredo) e lungo le linee ferroviarie di superficie. Si tratta delle linee suburbane S (S1 da Saronno a Lodi, S2 da Camnago a Milano Rogoredo, S5 da Treviglio a Varese, S6 da Novara a Pioltello, e S13 da Milano Bovisa a Pavia), la cui frequenza massima, nel tratto comune Lancetti-Porta Vittoria, è di un treno ogni 6 minuti. Gestite da Trenord, le linee sono attive tutti i giorni dalle 06:00 alle 24:00. Il biglietto di accesso costa 1,50 euro a corsa.

5. Car Sharing.

Se non volete utilizzare la vostra macchina, ma non preferite prendere i mezzi pubblici, potete usufruire del servizio di car sharing o auto condivisa, ormai attivo a Milano dal 2013 e che ha già riscosso un certo successo tra cittadini e non. La città dispone, infatti, di uno dei sistemi più competitivi d'Europa grazie alla presenza di ben sei operatori e oltre duemila vetture in circolazione. Anche se non è una soluzione molto economica, vi permetterà comunque di risparmiare sulla benzina e sul pagamento del parcheggio, che salirebbe alle stelle con la vostra auto

  • GuidaMI: è il servizio di car sharing messo a disposizione dall'ATM. Basta registrarsi sul sito dedicato, scegliere la macchina che si intende guidare e partire. Per ulteriori informazioni potete chiamare il numero verde 800.604.171. Il tempo minimo di utilizzo è di 60 minuti e quello massimo di 72 ore consecutive. Per le vetture più piccole (Economy) il costo di noleggio è di 2,20 euro all'ora dalle 07:00 alle 24:00, mentre per i Cargo si raggiunge quota 3 euro all'ora;
  • Car2Go: anche in questo caso accedere al servizio, che è presente anche in altre città italiane, è piuttosto facile. Bisogna iscriversi sulla piattaforma dedicata, selezionare la macchina più vicina e salire a bordo. Il vantaggio di questa soluzione è quello di poter terminare il noleggio su strada in tutti gli spazi pubblici consentiti, all’interno dell'area operativa del gestore. È invece vietato utilizzare parcheggi privati di qualsiasi tipo. Per il breve periodo, il costo è di 0,20 euro al minuto, 13,90 euro all'ora e 59 euro per 24 ore. Per ulteriori informazioni chiamate lo  02.60063093;
  • Enjoy: è il servizio di car sharing di Eni. Si prenota il veicolo più vicino e al termine del noleggio lo si lascia liberamente in tutti i parcheggi consentiti nell'area di copertura. La prenotazione, da effettuare tramite l'app o il sito internet, è gratuita entro i primi 15 minuti, mentre per i successivi 75 scatta la tariffa di 10 centesimi al minuto. Si paga al minuto 25 centesimi: il prezzo è valido per i primi 50 Km percorsi;
  • Share'ngo: gestito da Cs Group a livello nazionale, questa piattaforma offre servizi di car sharing free floating anche a Milano. Basta aver compiuto 18 anni e iscriversi sul sito internet di riferimento, favorendo la patente, il codice fiscale e la carta di credito o prepagata. L'iscrizione costa 10 euro e la tariffa base è di 0,28 euro al minuto.
  • Drive-Now: è il car sharing a Milano firmato BMW e Mini. È sufficiente registrarsi online e versare solo una quota iniziale di 29 euro per ricevere direttamente a casa la customer card DriveNow e iniziare subito a guidare. È possibile parcheggiare sempre e solo all'interno dell'area operativa. per ulteriori informazioni contattate il numero 02.94754881.

6. Bike Sharing.

Le bici dello Bike Sharing a Milano
in foto: Le bici dello Bike Sharing a Milano (Wikipedia).

Come per le automobili, a Milano esiste un servizio molto efficiente anche di bike sharing, di condivisione di biciclette. Si chiama BikeMi ed è gestito direttamente dal Comune. In tutta la città ci sono 280 stazioni attive con 4650 bici a disposizione, di cui mille a pedalata assistita, disponibili per fare il giro del centro e spingersi fin oltre i Bastioni. Basta scegliere sul sito dedicato l'abbonamento che si desidera, oppure recandosi in qualsiasi ATM Point. Quando questo vi verrà rilasciato, avrete anche una password con la quale potrete noleggiare il mezzo nella stazione a voi più vicina. Il tempo massimo di utilizzo è di due ore. Il servizio è operativo tutti i giorni dalle 07:00 all'01:00.

7. Scooter Sharing.

Scooter Sharing Milano
in foto: Scooter Sharing Milano (Flickr).

Dal luglio del 2015 è disponibile nella città della Madonnina anche il servizio di scooter sharing, messo a disposizione da Eni con Enjoy, già attivo anche nella condivisione di auto. È disponibile per il noleggio una flotta di 150 Piaggio Mp3 rossi. Per accedervi, basta andare sul sito o sull'app di riferimento, iscriversi e scegliere il mezzo. Sempre grazie alla applicazione, potrete aprire il bauletto dove, insieme alle chiavi, troverete due caschi di diversa grandezza. La tariffa al minuto è di 35 centesimi e scatta due minuti dopo l'apertura della sella.

8. Milano CitySighteen.

Milano City Sightseeing
in foto: Milano City Sightseeing (Facebook).

City Sightseeing è il servizio a pagamento dedicato soprattutto ai turisti che permette di fare il giro di una città stando comodamente seduti all'interno di un autobus, coperto o scoperto, e ascoltando le indicazioni di una guida locale. Anche a Milano è disponibile e si può scegliere tra una serie di tour dal prezzo vario, in genere dai 9 ai 29 euro, a seconda del tragitto e delle attrazioni da visitare: in tutto ci sono 3 linee, 6 bus e commento in 9 lingue che permettono di scoprire il Castello Sforzesco, la Basilica di Sant’Ambrogio, il Parco delle Basiliche e Università Statale, fino al Teatro alla Scala e al Duomo. È possibile acquistare i biglietti direttamente online, oppure direttamente sui bus, dal personale di terra dove presente e nei Visitor Center.

9. Gite in barca sui Navigli.

Naviglio grande a Milano.
in foto: Naviglio grande a Milano.

Nel periodo in cui sono navigabili, e cioè prevalentemente nei mesi estivi, è possibile anche effettuare delle gite in barca sui Navigli. Ci sono almeno cinque diversi itinerari da poter fare: per prenotazioni o maggiori informazioni potete chiamare il numero 02 9094242 attivo tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00, scrivere via email a info@navigareinlombardia.it o consultare il sito ufficiale dei Navigli lombardi.