Una bambina di sette anni è stata morsa da un serpente. Non è accaduto su un sentiero di montagna, ma a Milano, precisamente in via Piero Bottoni, al quartiere Vigentino. L'episodio, riportato dal quotidiano "Il Giorno", è avvenuto lo scorso sabato pomeriggio. La bimba era in cortile assieme alla madre quando è stata morsa dal rettile. Portata in ospedale alla clinica De Marchi, è rimasta in osservazione fino alla mattina di domenica. Un consulto dei medici della struttura col centro antiveleni del Niguarda ha escluso complicazioni per la bambina, che dopo la profilassi è potuta tornare a casa con un grosso spavento e qualche segno a ricordo della disavventura.

Al di là delle conseguenze per la bimba, fortunatamente non gravi, l'episodio ha scatenato le polemiche degli inquilini della case popolari di via Bottoni, che si trovano all'estrema periferia sud della città. Diversi residenti segnalano che da anni la zona è infestata, oltre che da serpenti, anche da topi e scarafaggi. Numerose le segnalazioni degli inquilini a Mm, la società partecipata del Comune che gestisce parte delle case popolari  (l'altra parte del patrimonio immobiliare è gestito dall'Aler, partecipata dalla Regione). Da Mm però è arrivata la risposta: gli interventi di disinfestazione e di sfoltimento dell'erba vicino alle case popolari sono stati effettuati. Per quanto riguarda il serpente, probabilmente è arrivato da un vasto parco, la cui manutenzione non è di competenza dell'azienda. Ai residenti, a quanto pare, non resta che prestare attenzione a dove mettono i piedi.