Le Mura Venete di Bergamo sono ufficialmente diventate patrimonio mondiale dell'umanità: lo ha deciso la commissione Unesco riunitasi a Varsavia, in Polonia. Il progetto presentato all'organizzazione delle Nazioni Unite per l'educazione, la scienza e la cultura si chiama "Opere di difesa veneziane tra XVI e XVII secolo. Stato de Terra – Stato de mar" e vede Bergamo come capofila, insieme a Peschiera e Palmanova in Italia e a Zara e Sebenico in Croazia e a Carraro per il Montenegreo.

Il primo cittadino di Bergamo, Giorgio Gori, intervenuto anch'egli all'assemblea, ha così accolto la notizia: "Desidero ringraziarvi per il riconoscimento attribuito alle Venetian Work of Defense delle nostre città. È per noi motivo di orgoglio e di responsabilità. Con la candidatura transnazionale, condivisa dalle nostre rispettive comunità, abbiamo voluto dare piena espressione ai valori di pace e cooperazione internazionale che ispirano l'Unesco. Da oggi il nostro impegno per la conservazione e la valorizzazione di questo nuovo gioiello del Patrimonio mondiale sarà ancora più grande".