"Senza di lei io non potrei vivere". E così Benedetta Visconti, 60enne di Legnano, decide di donare il 60 per cento del suo fegato alla figlia Barbara, 37 anni, affetta da una grave insufficienza epatica. L'operazione si è svolta lo scorso 9 maggio. Quattro ore di sala operatoria per la mamma e otto per Barbara, due le equipe mediche dell'ospedale Niguarda di Milano al lavoro.

L'intervento, il centesimo trapianto di fegato portato a termine nel nosocomio milanese, è riuscito alla perfezione. "Mia madre l’ha tenuto nascosto fino alla fine: tutti gli esami per capire la compatibilità immunologica e morfologica li ha eseguiti di nascosto. Senza mai dirmi nulla. L’ha voluto fare perché io ero in lista d’attesa per un trapianto da cadavere, ma mi sono aggravata a tal punto da rischiare la vita. Me l’ha ridata lei, per la seconda volta", racconta Barbara al Corriere della Sera.