Anche Milano si prepara a celebrare l’8 marzo, Festa della donna, con mostre, spettacoli, convegni e manifestazioni. Il programma degli eventi è anticipato e accompagnato dalla campagna identificata con l'hashtag "Parità di genere". Palazzo Marino ( e in primis il sindaco Beppe Sala, che ha già aderito alla campagna), invitano i milanesi a cambiare la propria immagine del profilo Facebook cliccando sul link di seguito (https://goo.gl/VRDmJz) e invitando tutti gli amici a farlo: "Vogliamo che il nostro messaggio diventi virale e che da Milano parta un’onda positiva, un movimento per la parità di genere e in difesa dei diritti delle donne", ha spiegato il sindaco. L'amministrazione comunale sottolinea comunque i risultati già ottenuti: Milano si conferma infatti la prima città italiana per occupazione femminile. Nel capoluogo lombardo lavora circa il 65 per cento delle milanesi tra i 20 e i 64 anni, contro il 47,2 per cento della media nazionale e il 60,4 per cento di quella europea.

Piazza Duomo diventa una "pagina bianca"

L'iniziativa più scenografica si terrà a partire dalla mattina dell'8 marzo in piazza Duomo: il sagrato della Cattedrale diventerà una "Pagina bianca", sulla quale chiunque potrà manifestare il proprio pensiero contro la violenza sulle donne. La performance, ideata dall’artista Ivan Tresoldi, è realizzata da Farexbene, l’associazione milanese da tempo impegnata in attività di sostegno alle donne vittime di abusi e violenza. Da un palco in piazza Duomo, inoltre, si alterneranno diversi interventi espressione della cultura femminile, sui temi delle pari opportunità, del lavoro e per la prevenzione della violenza sulle donne e del femminicidio: l'organizzatrice dell'evento è Jo Squillo.

Da largo Cairoli avrà invece inizio la giornata di proteste di "Non una di meno – Milano per Lotto Marzo". Nell'ambito di questa manifestazione che si svolge su tutto il territorio nazionale, la "Casa delle Donne di Milano" – in collaborazione con l’Accademia delle Belle Arti di Brera e Artémix – realizzerà durante la giornata un grande Mandala di sale colorato. Si tratta di un disegno composto da tante figure che, secondo la cultura Buddista Tibetana, aiuta ad accedere alle proprie risorse interiori e ad acquisire saggezza per combattere odio, rabbia e negatività. Il sale sarà colorato delle varie sfumature del rosso, colore simbolico della violenza sulle donne. Il Mandala verrà realizzato nell'Ottagono della Galleria Vittorio Emaunele II.

Cinema, arte e musica.

Le amanti della arti potranno divertirsi approfittando di diverse iniziative. Mercoledì 8 marzo, essendo il secondo mercoledì del mese, si potrà andare al cinema a due euro con Cinema2Day. Al Museo del Novecento si terrà il concerto "Ritratto di donna", mentre a Palazzo Marino vanno in scena lo spettacolo di cabaret "Pensavo di vestirmi da uomo" e la pièce teatrale "I colori della ragione" dedicata a Franca Helg. Sempre la sede del Comune ospita anche la mostra "Donne spezzate".

Il ministero dei Beni culturali ha lanciato poi l'iniziativa "8 marzo al museo": per le donne è previsto l'ingresso gratuito in molte strutture, tra le quali la Pinacoteca di Brera.